NEWS

Boom della pet economy: in Italia il mercato legato alla cura degli animali domestici vale più di 2 miliardi di euro

I proprietari di cani e gatti lo sanno, e lo ammettono con candore e una certa fierezza: quel cane e quel gatto (ma pure quel coniglio, quel criceto o chi per lui) sono molto più che normali animali domestici. Tant’è vero che spesso vengono trattati alla stregua di veri e propri figli, con tutte le spese che ciò comporta.

Il mercato del pet food, vale in Italia 2 miliardi e 51 milioni di euro, su 32 milioni di animali che abitano le nostre case, 53 ogni 100 abitanti: 12,9 milioni di uccelli, 7,5 milioni di gatti, 7 milioni di cani, 1,8 milioni di piccoli mammiferi (conigli e criceti), 1,6 milioni di pesci, 1,3 milioni di rettili. Il nostro Paese è al secondo posto in Europa per il possesso di animali da compagnia, subito dopo l’Ungheria (54,2 ogni 100 persone) e prima di Francia (49,1); Germania (45, 4); Spagna (37,7) e Regno Unito (34,6).

Nel 2019 il 33,6% degli italiani aveva almeno un animale domestico, con un aumento dell’1,1% rispetto al 2018; crescono anche le famiglie che non si accontentano di un solo amico animale ma ne ospitano due (8,1%) tre (4,7%) o più (3,8%). Nel 2018 erano rispettivamente 7,1%, 4,7% e 3,8%. Ad avvalorare la premessa iniziale arriva la conferma: oggi il 76,8% degli italiani considera il proprio pet un familiare, il 32,9% addirittura un figlio, e sono più della metà coloro che lo reputano un migliore amico. Sono saliti anche i proprietari di animali over 65, passando dal 21,5% al 23,7% del totale negli ultimi sette anni, mentre i single sono aumentati dall’8,4% all’11,1%.

 Le famiglie, single o anziani di certo non lesinano sulla spesa media mensile: il numero di coloro che mette mano al portafoglio per le cure del proprio animale domestico è raddoppiato, con cifre che vanno dai 51 ai 100 euro (esattamente il 33,2% della spesa mensile totale dell’anno appena trascorso, in contrasto con il 31,4% del 2018 e il 15,4% del 2017). Cresce anche chi investe tra i 101 e i 200 euro (14,5% nel 2019; 8,1% nel 2018 e 4,5% nel 2017) e non sfigurano nemmeno gli spendaccioni che investono da  201 a 300 euro (il 3,7% del campione, +1,5% rispetto al 2018). 

In Italia le catene di pet shop specializzati contano 690 punti vendita; la rete di quelli tradizionali copre il territorio nazionale con 4.960 negozi, producendo più di 640 milioni di euro di fatturato.

Iscriviti alla Newsletter per essere sempre informato sulle novità dal mondo del mercato, le iniziative e i casi di successo di Everap.

Everap S.p.A.

Orari di apertura:

dal Lunedì al Venerdì
08:30 – 12:30
14:30 – 18:30