+7,2% è stata la crescita del settore pelletteria nel primo trimestre 2018, dati ISTAT relativi a Confindustria Assoppellettieri, arrivando a 2mld di Euro di valore.
A fine settembre si è svolta a Rho Lineapelle numero 95, dove i 1308 espositori hanno accolto i circa 20.000 visitatori per scoprire le novità 2019/2020.
Durante questa manifestazione UNIC (Unione Nazionale Industria Conciaria) ha svelato i  dati relativi ai primi 6 mesi 2018: +4,6% è la produzione di pelli conciate e l’Italia è tra i principali produttori a livello mondiale e primo a livello europeo con il 65% della produzione continentale ed è leader indiscusso a livello mondiale nella produzione di pellami conciati di alta fascia (quota del ~19%).
Export e mercato interno, mostrano variazioni sostanzialmente omogenee sulle vendite, perdono quota all’estero Cina, USA, UK e Polonia, mentre crescono molto bene Serbia, Tunisia, Messico e l’importante mercato francese.
Elenchiamo alcuni dati relativi all’andamento delle vendite del 1 semestre di quest’anno, paragonati a quelli del 2017, dell’Italia:

  • accessori e componenti +2;
  • calzature -3;
  • tessuti +1;
  • pelletteria +9;
  • abbigliamento -14;
  • imbottito -4;
  • automotive-1.