Il 2017 per la meccanica italiana porta buone novità, infatti grazie alla decisa ripresa economica interna, non è più solo l’export a far crescere questo settore. Per tutto l’anno le previsioni indicano una crescita costante per tutto il settore (dall’impiantistica alla utensileria, ecc…) mettendo d’accordo le varie associazioni di categoria, in aggiunta sono in arrivo anche gli incentivi da “Industria 4.0” che darà un’altro contributo positivo al settore, che si rafforzerà ancora di più rispetto ai mercati d’oltreconfine.
+20% sugli ordini di macchinari e attrezzature nel mese di maggio 2017, dati Istat, un indice molto positivo per il settore; mentre per il comparto della robotica il secondo trimestre 2017 è a +28,5%.

L’associazione Usim-Sistemi ha rivisto al rialzo le stime per il 2017 della produzione di macchine utensili, con un progresso del 12%. Guardando anche l’impiantistica in Italia c’è Federmacchine che conferma il trend di crescita, infatto la previsione di consegne previste è del +6,8%, % doppia rispetto all’export.

L’andamento della domanda nazionale ha spinto l’associazione, Ucimu-Sistemi per produrre, a rivedere al rialzo le stime, con una produzione 2017 di macchine utensili vista a ridosso dei sei miliardi di euro e consegne sul mercato interno in progresso del 12%. Il consumo di robot in Italia potrebbe arrivare così a 4,25 miliardi di euro, a ridosso del record storico pre-crisi.

I comparti della meccanica che stanno avendo un incremento maggiore sono: macchinari per ceramica +60% e meccanotessile +66%.
Il dato generale comunque è che in alcuni comparti del settore meccanica ci saranno ordini che andranno ad esaurirsi anche fra oltre 1 anno, questo assime alla riprese delle richieste interne, fanno aumentare anche la ricerca di agenti settoriali.

In Everap da 4 mesi a questa parte abbiamo un aumento di richieste di agenti di commercio, mono e plurimandatari, nel settore della meccanica, più nello specifico in: ceramica, robotica, utensileria e macchinari industriali. Questi dati confermano quindi le richieste che stiamo avendo sulla ripresa del mercato.